Fase 2, siamo pronti

Facciamo parte di un grande gruppo che, a fronte dell’emergenza Covid-19 e della successiva Fase 2, ha predisposto alcune indicazioni, regole e strumenti utili alla clientela, per affrontare al meglio la situazione.

Ispirati ai media che in questi mesi ci hanno sommerso di informazioni, abbiamo capito che, contrariamente a quanto pensano alcuni, l’arma vincente non è l’attacco ma la difesa. E dunque va attivata con tutti i mezzi necessari, mettendo in campo ogni strumento che abbiamo a disposizione. Pertanto, in alcuni casi provando a rimanere ancora in casa a compiere parte del lavoro che, abbiamo scoperto, possiamo svolgere anche stando tra le mura domestiche.

Non vogliamo dire che preferiamo la quarantena alla normalità, anzi ci manca tornare a uscire e ascoltare i rumori della città, coglierne i suoi odori. Ma una nuova consapevolezza in tutto questo periodo ci ha scosso dalla testa ai piedi: la natura, che sottovalutiamo sempre e che diamo per scontata, ci ha mostrato il suo lato più nascosto, facendoci capire quanto siamo “ospiti” poco graditi, di quelli “rumorosi” che ci fanno litigare con i vicini perché abbiamo la radio a volume troppo alto.

E abbiamo capito anche quanto sia importante il luogo in cui si vive, gli ambienti che ci circondano, le cose che accumuliamo nelle nostre case, che spesso risultano inutili quanto ingombranti.

Abbiamo stilato una lista delle cose importanti e di quello che avremmo fatto dal momento in cui la quarantena sarebbe finita. Cambiare casa, più spaziosa, magari con un balcone o addirittura un terrazzo dove coltivare i fiori e qualche ciuffo di rosmarino. Nei nostri desiderata compare la voce “casa”, non abbiamo scritto altro, la parola è sufficiente. E come noi anche i nostri clienti hanno deciso che, forse, è ora di cambiare, di cercare una casa più grande, oppure che, ora che i ragazzi si sono sposati, è inutile abitare in un appartamento troppo grande da tenere in ordine.

Per compiere questo passo così importante i nostri clienti possono rivolgersi alle nostre agenzie, perché da subito il gruppo Re/Max ha deciso di investire sulla sicurezza, dei clienti e dei lavoratori.

Ogni agenzia Re/Max applica nel quotidiano le disposizioni di legge con l’obiettivo di svolgere la professione in totale sicurezza.

Gli ambienti sono stati sanificati da una ditta certificata e l’operazione verrà ripetuta periodicamente secondo i termini di legge.

All’interno della nostra e di tutte le agenzie Re/Max, è possibile trovare:
erogatori di gel igienizzante per mani, mascherine filtranti, guanti protettivi ed eventuali calzari. Le postazioni sono state riconfigurate per garantire la sicurezza ai lavoratori ed evitare assembramenti, sono stati inoltre disposti scudi protettivi e divisori in plexiglass alla reception. In aggiunta adesivi calpestabili per il mantenimento della distanza consigliata e la cartellonistica che ricorda a tutti le misure adottate.

Cartelli A4sicurezza

Lo sforzo è grande e mantenere tutte queste regole ci costa fatica, ma abbiamo capito che per il momento dobbiamo pensare alla collettività e al benessere comune.

I consulenti di Remax Associati Real Estate in questi mesi si sono preparati per affrontare la nuova sfida. Ognuno di noi ha aggiunto al proprio bagaglio, un lungo elenco di competenze in campo tecnologico. Siamo riusciti a incontrare virtualmente i clienti tramite le piattaforme online (Zoom, Skype, whatsapp, ecc) e ci siamo organizzati per le visite virtuali agli immobili dei clienti e predisposto la firma elettronica ai contratti. Abbiamo mantenuto i rapporti con i nostri clienti e si sono stretti nuovi contatti che, speriamo, cresceranno con noi.

Siamo pronti ora! Pronti a supportare ogni esigenza in totale sicurezza.

A cura della redazione

Precedente Home Staging: cos’è e a cosa serve Successivo Partecipare a un’asta immobiliare è eticamente corretto?